Privacy Policy Cookie Policy Piede Egizio: Tacchi Si e Tacchi No - Anna dai Tacchi Rossi

Piede Egizio: Tacchi Si e Tacchi No

La premessa è sempre la stessa.
Ad ognuna il tacco giusto per lei.

Ho deciso di iniziare dalle forme perché non avrebbe avuto senso parlarvi di portamento se poi la scarpa che avete scelto è proprio la vostra peggior nemica. Voglio fornirti così tutto gli strumenti utili che ti permetteranno di diventare la migliore amica dei tuoi tacchi.

Facciamo il primo passo insieme?

Come per il Piede Greco, iniziamo da una breve descrizione di questa forma del piede per poi parlarti dei tacchi che fanno al caso tuo e quali proprio dovresti evitare.

Un Piede Egizio, per definirsi tale avrà le seguenti caratteristiche:

  • Disposizione delle dita: L’alluce è più lungo e pronunciato delle altre dita che scendono a scaletta verso il mignolo;
  • Larghezza della pianta: Solitamente è Normale o Stretta;
  • Arcata plantare: Solitamente alta.
Fonte: Nanopress.it

Se osservando i tuoi piedi attentamente, e riscontri tutte e 3 queste caratteristiche elencate, allora è proprio la tua forma! Se invece ne manca anche una sola, allora significa che dovrai porre maggiore attenzione e probabilmente i tuoi piedi saranno un mix tra le forme principali che ti sto elencando. Conseguentemente i consigli che ti darò in questo articolo saranno da filtrare in base al tuo caso specifico; per avere la certezza sulla forma dei tuoi piedi ed essere così sicura di non sbagliare sarebbe il caso di approfondire per valutare quelle che saranno le scarpe più giuste per te.

Ad ogni modo questo articolo è un primo passo verso la conoscenza di te per capire come districarti nel vasto panorama delle scarpe, essere felice e certa di non sbagliare più.

A differenza del Piede Greco, l’Egizio ha delle difficoltà maggiori, che ti aiuterò a superare.

In primis attenzione all’alluce più lungo che può creare un disagio estetico e alle volte anche di dolore. Le suole dei tacchi non sono proprio dei tuoi alleati e l’alluce può tocca la tomaia, si piega e crea vescicole fastidiosissime che avrai per giorni interi.
Anche l’arcata plantare alta assieme alla pianta stretta sono causa di instabilità nei tacchi (ti sei mai sentita “cadere” sui tacchi perché non li sentivi stabili); infatti spesso mi dite che avvertite la sensazione che la scarpa scivoli dal vostro piede o che avete difficoltà a trovare delle scarpe che stiano giuste al piede perché solitamente sono larghe.

Proprio quest’ultimo aspetto è uno dei responsabili di una camminata poco elegante ed insicura.

Tacchi No

Per questo motivo ti sconsiglio i seguenti tacchi: le Decolleté che hanno suole molto a punta che sforzano di più l’alluce e possono provocare la fuoriuscita dell’alluce valgo (anche se non esistono evidenze scientifiche in merito, ma meglio prevenire che curare, non credi?). Anche per stivali, tronchetti e sandali vale la stessa cosa. Meglio sceglierli con un filo di plateau per proteggere l’alluce dalle tante sollecitazioni che avrebbe.

Anche le spuntate rappresentano un problema dato che dall’apertura si vedrebbe solo l’alluce che spunta e molte di voi mi dicono che si sentono a disagio ed anche “sbagliate”. Ecco su quest’ultimo argomento dedicherò un post specifico!

Mentre per i sandali estivi è importante che tu tenga conto sia dell’alluce che del mignolo che spesso scappa e gode di vita propria!
Hai presente quando vedi quelle ragazze bellissime, vestito perfetto, trucco perfetto e poi ti cade l’occhio sui piedi (a me cade sempre l’occhio ai tacchi) e vedi quel mignolo penzolante che non riesce proprio a stare in quelle fascette? Ecco, proprio a questo è fondamentale che tu stia attenta.

L’occhio di chi osserva dall’esterno e per prima tu, percepisce questo “dettaglio” come “non bello” e il risultato potrebbe essere che poi ti colpevolizzi perché “non sei bella come quella tizia lì” (mai fare paragoni con altre ragazze… non saranno mai te!). Se proprio vuoi assumerti la responsabilità delle tue azioni, scegli bene i tuoi tacchi per sentirti ancora più Diva!
Infatti quando provi un paio di sandali, poni attenzione a che il mignolo del piede sia ben contenuto e non abbia la capacità di fuggire. Te lo dico perché in molte mi dite che avete dolore proprio in quel punto e credete sia “colpa” della scarpa…in parte avete ragione, ma sei tu che scegli quei tacchi 😉

Anche per questa forma del piede evita sandali troppo aperti, in particolate quelli che hanno micro-fascette. L’alluce la farebbe da padrone incontrastato e il mignolo, be lo sai già.

Tacchi Si e trucchetti vari

Adesso viene il bello.
Devi sapere che la tua scelta di tacchi resta sempre molto alta, sei fortunata ad avere questa forma.

Per minimizzare l’alluce, anche tu puoi applicare fiocchi, piume, fiori e qualsiasi cosa ti venga in mente, sui tuoi tacchi così come consigliato per il Piede Greco.
Per evitare che il mignolo sfugga, scegli sandali che abbiano fascette più larghe e che contengano tutte le dita del piede (senza stritolarle ovviamente).

Per i decolté e Spuntate che “escono” dal piede, preferisci quei modelli con cinturini alla caviglia o a metà del collo del piede. Così avrai stabilità nei tacchi e ti sentirai più sicura nella camminata.

Questi sono alcuni modelli che potresti scegliere, ma se hai ancora dei dubbi o vuoi maggiori informazioni puoi scrivermi e correrò in tuo aiuto.

Sai che ti dico? È arrivata proprio l’ora di uscire a fare shopping.
Ma se hai bisogno d’aiuto, non esitare a contattarmi.

E le altre forme del piede? Le trovi tutte qui:
Dimmi che piede hai e ti dirò quali tacchi scegliere;
Piede Greco;
Piede Romano, Germanico e Celtico.

Se desideri approfondire e avere un contatto diretto con me, mi trovi nel gruppo Facebook Tacchi per Colazione ogni giorno e ogni sabato mattina alle 9:15 in diretta, ma anche sul canale Instagram Anna dai tacchi rossi.

Written by

Esperta di Tacchi, Maestra di Portamento "Gestualità femminile & Sensualità", Personal Shopper di Tacchi, Yoga e Dance Addicted.

3 comments / Add your comment below

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.